domenica 21 gennaio 2018

Emozioni ed ansie da Pitti bimbo!

Finito Pitti Bimbo, si tirano le fila di cosa abbiamo visto, cosa ci ha emozionato, deluso o lasciati perplessi.
E' così ogni stagione !
E' come ricominciare una nuova vita che per i prossimi 6 mesi ,ti impegnerà ti farà stare in ansia, ti darà la soddisfazione delle decisioni prese bene e la rabbia di altre sbagliate !
E' inutile negarlo , io adoro questo mondo,mi piace avere questi stimoli semestrali, queste ansie giornaliere ogni volta che c'è da fare un campionario,ma forse è da veri masochisti adorare ancora questo mondo alla mia età !
Mi consola il fatto che nei corridoi di questa manifestazione, si intravedono personaggi che di storia ne hanno fatta veramente tanta, come la grandissima Pupi Solari , che è da sempre un icona della moda da bambini della Milano e dintorni e conosciuta in tutto il mondo per quanto ha dato alla moda di questo settore.
Pur non dimostrandoli, credo che potrebbe essere mia madre, ma ha negli occhi e nella mente sempre quella luce che si accende o si spenge secondo il campionario che ha davanti ,il suo gusto e la sua esperienza hanno sempre il loro peso.
Appena arrivo a Pitti e passo la tessera di riconoscimento sotto il lettore, mi carico, mi sento contenta di esserci anche questa volta e di aver superato tutte le ansie che precedono questo giorno.

Sfilata di Monnalisa, vale sempre la pena fare un tour de foce per arrivare in tempo per vedere una sfilata bella come quella di questo Pitti 2017



Infatti i giorni che precedono Pitti, quando arrivano gli inviti dei vari eventi da seguire delle sfilate che si svolgono da una parte all'altra della città, orari da far coincidere, mangiando panini al volo, prendendo taxi al volo....l'ansia di non farcela ti prende, poi ti continua quando devi fare una scelta di chi comprare , di chi eliminare facendo migliaia di ragionamenti che molto spesso si rivelano inutili perché puntualmente il campionario che non volevi fare più, questa stagione ha una collezione bellissima.
Ed allora, devi cambiare idea per non rischiare di lasciare una ditta che hai scoperto, per prima .
Al Pitti ci incontriamo con amici, concorrenti, rappresentanti , ci facciamo selfie con personaggi famosi o con persone che hanno fatto la storià della moda, che tu hai l'onore di conoscere e che comunque hai anche aiutato a crescere comprando i loro articoli e credendo in quello che loro hanno creato.
Questo Pitti mi ha dato grande soddisfazione anche grazie al mio piccolo blog!
Ho avuto il piacere di essere fermata da persone che mi seguono sul blog e che hanno fatto le mie ricette.
Ho scoperto che la Torta di carote e mandorle è andata alla grande !!
Ho avuto il piacere di conoscere una icona del giornalismo di moda, che mi ha fatto tanti complimenti.....insomma questo Pitti che fino ad una settimana fa, mi faceva paura affrontare per il tour de force che si preannunciava, è stato veramente ricco di soddisfazioni personali....
Sono perfino riuscita , sotto gli occhi allibiti di mia figlia, con molta diplomazia e determinazione a togliermi un "sassolino dalla scarpa", dicendo in faccia ad una persona, quello che erano anni che le volevo dire!
Che meraviglia vedere davanti a te un viso che diventa "verde"perché sa che stai dicendole la verità!
Ve l'ho detto l'altra settimana che se mi salta qualche rotella, non so cosa potrò dire ah ah ....il bello comunque è dire le cose quando le rotelle ce l'hai tutte al suo posto, perché gli altri sappiano, che anche in un mondo di pazzi come è quello della moda, le regole di comportamento e professionalità sono quelle che potranno ancora portare avanti questo meraviglioso carozzone, dal quale chi è sopra spera sempre di non dovere scendere!
Buona domenica, dalla vostra nonna Pat❤

sabato 20 gennaio 2018

Polpettone al forno con 3 salse

Il polpettone per me è buono in tanti modi, questo è uno dei più semplici, leggero e gradito dalla mia famiglia .



POLPETTONE AL FORNO CON 3 SALSE





Ingredienti :
Carne di manzo tritata 600grammi
200 g mortadella
2 cucchiai di parmigiano
1 uovo
poca mollica di pane bagnata nel latte e strizzata(facoltativa)
noce moscata
poco sale e pepe



Bagnare poca mollica di pane casalingo nel latte e strizzarlo bene.
Tritare la mortadella finemente
Mescolare tutti gli ingredienti e formare un polpettone.
Mettere a riposare in frigo per un oretta, poi passarlo nel pangrattato.
In una padella mettere dell'olio a scaldare, appena è caldo porvi il polpettone e farlo rosolare da tutti i lati.
Intanto preparare una teglia da forno , con carta forno ed appena il polpettone ha preso il colore e si è sigillato bene in padella , porlo nella teglia e farlo cuocere per 30 minuti a 200 gradi avendo cura di ricoprire con altra carta forno , per favorire la cottura interna.
Questo è il sistema che uso per farlo leggero senza olio, se volete lo potete anche porre nella teglia da forno con olio pulito(non quello dove è stato ripassato in padella) e cuocere nello stesso modo.
Se lo faccio così ,metto anche mezzo bicchiere di vino bianco a temperatura ambiente a metà cottura.

Intanto preparare 3 salse
SALSA CON AVOCADO E GINGER
1 avocado a pezzetti messo nel mixer a frullare con poco limone ,ginger, oliodi oliva e pizzico di sale.

SALSA CON RADICCHIO TRVIGIANO
mezzo cespo di radicchio tagliato a pezzettini e fatto cuocere in olio con aglio sale e pepe, poi passare al mixer e porre nella salsiera.

SALSA CON CIPOLLA DI TROPEA O CIPOLLA BIANCA
tagliare la cipolla a fettine fini e mettere in una padella con olio, far cuocere dolcemente tenendo la padella chiusa con un coperchio, perchè le cipolle cuociano nell'acqua che faranno, poi scoprire aggiungere una spuzzatina di aceto balsamico,se volete aggiungere poco sale e pepe, poi frullare al mixer e servire.


Buon appetito ,dalla vostra nonna Pat


martedì 16 gennaio 2018

SPERIAMO DI NO !

Stavo ripiegando delle maglie e pantaloni, che avevo fatto vedere nell'ultima difficilissima vendita, in cui una figlia con la mamma e la nonna mi avevano messo a dura prova, ma alla fine con gentilezza ed esperienza ero riuscita a fare
Mia figlia e Bianca, sono uscite dall'ufficio dove avevano studiato scienze.
Erika è andata al piano di sotto mentre Bianca "mogia mogia" è venuta verso di me abbracciandomi forte forte!
Ho visto che stava piangendo, allora le ho detto accarezzandola:
"Amorina cosa c'è, hai litigato con la mamma?"
Lei piangeva in silenzio, allora l'ho portata con me in un camerino, mi sono seduta, l'ho presa in collo e le ho detto baciandola:
"Raccontami tutto, amore !"
"Sai nonna abbiamo studiato scienze, abbiamo parlato del cervello e la mamma mi ha detto che a volte il cervello ha delle malattie strane, che si può perdere la memoria....ed io ho pensato che se capitasse a te, non ti ricorderesti più che sono la tua nipotina!"
Groppo alla gola immediato, ma poiché il cervello per ora funziona, mi sono ripresa subito ed accarezzandola per consolare lei e me, che mi ero commossa per sua sensibilità, le ho detto:
"Tesoro, è vero queste cose possono capitare, ma speriamo che a me non capiterà mai! Comunque facciamo un patto segreto tra me e te!
Se un giorno io non ti riconoscero' tu verrai da me e mi dirai:
"Buongiorno signora, sa io non ho più la nonna , posso essere la sua nipotina?"
Ed io rispondero'"Io non ho mai avuto nipotine, mi farebbe molto piacere"
Allora tu andrai a chiamare anche Maria, Anna, Marta e Francy e tutte faranno come te ed io avrò nuovamente le mie nipotine.
Tu e loro mi insegnerete ad essere la vostra nonna e saremo felici e contente"
 Bianca rideva, si era rasserenata questa mia idea, le ha dato la sicurezza che non potremo perderci e dandomi un bacio, se ne è andara via contenta.
Io avevo il groppo alla gola pensando che non sarebbe così semplice, come le ho fatto credere, ma la mia positività è venuta in mio aiuto.
Certo, se perdessi la memoria, forse chissà quante cose che mi è passato per la mente in questi quasi 50 anni al pubblico, direi liberamente, come volevo fare con mamma, nonna e figlia di prima ah ah...potrebbe essere divertente!
Sicuramente non saprei più usare il computer, ma se per caso fossi ancora su FB e non mi ricordassi di voi....vi prego di chiedermi nuovamente l'amicizia ah ah
Buona domenica, dalla vostra nonna Pat❤

martedì 9 gennaio 2018

9 gennaio, auguri babbino!

Ieri sera, mentre nel buio, aspettavo il sonno, ti pensavo babbo, pensavo che oggi avresti avuto 95 anni, se il tumore che in 2 mesi ti ha portato via, non fosse venuto a prendere proprio te.



"La cosa più giusta al mondo, è la morte "dicevi" è così per tutti, non è giusta quando prende i giovani ed i bimbi, le mamme, ma è bello sapere che moriremo tutti , i ricchi, i superbi, i delinquenti ed i politici ", mi sa che avevi ragione!
Mentre ti pensavo, mi immaginavo come sarà andato il tuo incontro con la mamma.
Mi immaginavo tu  che con il tuo passo stanco, diventato ormai molto più piccolo del tuo 1,82, ricurvo, magro e con pochissimi capelli, appena arrivato nell'Aldilà, trovavi ad aspettarti questa bella ragazza di 33 anni , che non ha avuto la fortuna di invecchiare, che è rimasta il nostro mito e che si trovava davanti te, che potevi avere l'aspetto di suo nonno!
Mi immaginavo la sua risata allegra ed il tuo commuoverti alla vista di quella che è stato  l'amore grande della tua vita!
Immaginavo lei che aveva un adorazione per le persone anziane, che ti veniva incontro, ti abbracciava, ti consolava, perché lo so per certo che tu avresti pianto come una fontana a rivederla, ma lei ti avrebbe consolato, ricordandoti quell'anneddoto che spesso mi raccontavi!
Eravate giovani fidanzati ed andando a trovare la nonna della mamma al cimitero, ad un tratto lei si è fermata davanti ad una tomba , tu eri rimasto indietro e lei ti ha chiamato dicendoti:"Guarda Orazio, questi siamo noi 2, lei è morta giovane e lui è morto che era ormai molto vecchio, !"
Tu che eri un po'superstizioso, sei rimasto male a vedere quelle 2 foto, lei bella e giovane, lui vecchio con una lunga barba bianca e l'hai portata via di corsa, per non sentire quella che poi si è rivelata una profezia.
Adesso tutto è tornato al suo posto, lei come sempre ha avuto ragione, ma ormai finalmente siete insieme e lei sarà felicissima di avere un marito, vecchio, che non piace più a tutte quelle bellone che ti sono sempre state dietro.
Tu poi sarai felicissimo di avere accanto una bella ragazza giovane, che hai tanto rimpianto e sognato, invocandone il nome fino alla tua fine.
Sai babbo, pensandovi così insieme, mi sento serena anche se mi viene da piangere...
Chissà che bella torta ti avra preparato,  lei era bravissima a fare le torte!
Buon compleanno babbo,2 baci verso il cielo, uno per te ed uno per la tua ragazza
Patrizina tua❤

TAGLIATELLE CON PUNTARELLE E RICOTTA

Quanto sono buone le puntarelle...noi spesso le mangiamo crude con un pinzimonio di olio, acciughe e capperi!!
Ma oggi ho deciso di farle saltate e farci anche la pasta .
Seguitemi vi racconto questa ricettina da fare in 5 minuti !




TAGLIATELLE  CON  PUNTARELLE  E RICOTTA




Ingredienti
Tagliatelleqb
puntarelle di cicoria
ricotta di pecora
olio ,sale ,pepe
aglio o scalogno a piacere





In una padella mettere l'olio con l'aglio senza anima o lo scalogno tagliato finissimo, far scaldare e mettere immediatamente le puntarelle, pulite e tagliate a pezzettini sia la parte della cicoria che la parte interna, tagliata finemente.



Far cuocere con il coperchio, se necessario aggiungere poca acqua della pasta che sta bollendo.
Salare poi spengere, aggiungere subito la ricotta circa un cucchiaio a testa, mescolare con le puntarelle , facendo amalgamare bene.





 Aggiungere le tagliatelle e far insaporire velocemente a fuoco basso, appena il tutto è ben amalgamato , servire con spolveratina di pepe e se lo gradite  parmigiano ,come se piovesse !!!



Buon appetito dalla vostra nonna Pat!

FILETTO ALLA WELLINGTON

Con oggi finiscono tutte le feste!
Tutti si lamentano di aver mangiato tanto, ma io non sono tra quelli , mi sembra di aver mangiato regolare perciò  per non perdere l'abitudine di fare un  piatto da festa,oggi ho fatto un bel filetto, gustoso e bello da vedere il famoso :









FILETTO ALLA WELLINGTON

Ingredienti
un pezzo di filetto il mio era 500g
10 funghi champignon
una confezione pasta sfoglia
sale , pepe
mezzo bicchiere di cognac
una noce di burro
prezzemolo
rosso d'uovo o latte per spennellare pasta sfoglia







In un tegame sciogliere la noce di burro,poi mettere il filetto e far rosolare da tutti i lati.
Appena rosolato bagnarlo con il cognac, farlo sfumare,appena pronto spengere e togliere il filetto facendolo riposare e raffreddare.



Nel frattempo far trifolare i funghi a pezzetti in olio e prezzemolo.




Appena pronti tritarli finemente, ( io ho aggiunto una puntina di lardo tritato, vi darò la ricetta domani)




Spalmare i funghi tritati sulla superfice superiore del filetto che avrete leggermente salato, poi appoggiare sulla pasta sfoglia e ricoprirlo.





Chiudere la pasta sfoglia decorandola con la pasta avanzata fatto a forma di stelle.
Spennellare la superfice con tuorlo d'uovo o latte-




Mettere in forno a 200 gradi per 15 minuti.





Servire quando è tiepido ....e fatemi sapere ..per me TROPPO BUONO !!!!!




Buon appetito dalla vostra nonna Pat!!!

domenica 31 dicembre 2017

31 dicembre 1966...ed iniziò la nostra FAVOLA !!!


Fin dal momento in cui ci eravamo fidanzati, sognavo di sposarmi con Bruno, sognavo di avere una casa,dei figli con lui, sognavo la nostra Famiglia!
Ma pensavo che fossero solo castelli in aria, vedevo che i ragazzi delle mie amiche stentavano a comportarsi seriamente, anzi non volevano andare a conoscere i genitori, preferivano essere fidanzati "fuori" anziché "in casa" !!
Tipica foto in stile anni 60 ...ed in clima natalizio !
Noi ci vedevamo poco solo la domenica, lui sarebbe voluto venire anche qualche sera in settimana, ma io non avevo il permesso di uscire.

Un giorno mi disse: "Senti, ho deciso che voglio venire a parlare con il tuo babbo, ci dobbiamo fidanzare in casa!" ...PAROLE MELODIOSE per me che non sognavo altro!
Gli avevo raccontato la mia situazione difficile, con il babbo severo e la pseudo-matrigna che non sopportavo, ed ero imbarazzatissima a portarlo a casa per questi problemi.
Lui mi rincuorò dicendo che dovevo chiederlo subito al babbo e così feci .
Il babbo fu un po' ostile dicendo che ero troppo giovane, ma io ero così decisa che mi disse di farlo venire e fissammo per il sabato pomeriggio successivo!
Ero molto emozionata e lo divenni ancora di più appena iniziarono ad arrivare fiori da parte dei miei futuri suoceri, dai fratelli di Bruno e dalle cugine!...che meraviglia, non avevo mai visto a casa delle mie amiche questa usanza, a Prato erano più gentili che a Firenze, pensai!!

Bruno arrivò, con il suo bel gessato tutto carino, sbarbato e profumato...io avevo il mio abitino preferito!
Il babbo lo fece sedere sul divano, si presentarono e mentre io ero lì sognante, sentivo la voce del babbo dire cose che non capivo "Ragazzo...ma sei impazzito a volerti fidanzare a quest'età? Io non sono d'accordo, siete troppo giovani, dovete finire la scuola! Mi sembri un bravo ragazzo, ringrazia la tua famiglia per questi bei fiori, ma io non vi do il permesso fino a giugno che non è finita la scuola...Se vi volete bene saprete aspettare."
NOOOO...non poteva essere così cattivo, io e Bruno eravamo mortificati e rossi come 2 peperoni, gli risposi male, ma la mano di lui mi fece capire che non gli importava niente del babbo, me la stringeva con così tanta forza che ebbi la sicurezza che avremmo fatto come volevamo, con o senza il suo consenso!!!
Continuammo a vederci di nascosto, mi regalò una fedina che portavo orgogliosamente all'anulare sinistro, anche a tavola la sbandieravo sotto il naso del babbo, per fargli capire che stavo facendo di testa mia. La nonna Beppina era dalla mia parte e molte sere, appena il babbo usciva per andare a giocare a carte, Bruno arrivava e lei gli faceva il caffè!
Una sera che c'erano anche due nostri amici...si sentì suonare il campanello e dalla paura che fosse il babbo, Bruno ed il nostro amico si calarono dalla finestra ah ah ah meno male che stavo a piano terra !!
Finalmente arrivò giugno...e dopo gli esami Bruno si ripresentò...il babbo dovette arrendersi e chiamò la nonna per presentarglielo. Disse "Beppina, sicuramente lei lo conosce già, quando non c'è la mamma, c'è la nonna a reggere la parte !"  Allora facemmo una risata, Bruno ed il babbo da quel giorno si dettero del tu, ed ebbero anche molta confidenza!
Da giugno a novembre facevamo la vita di 2 normali fidanzati, a cena da uno,a pranzo dall'altra, ma c'era il problema (per me) che lui, il gennaio successivo sarebbe partito militare già deciso Areonautica Militare, il suo sogn , voleva fare il pilota!!

Il 4 novembre io ebbi l'alluvione (come vi ho raccontato IN QUESTO POST ), rimasi senza casa e fui ospitata a casa di Bruno, poi un giorno mentre si andava da Prato a Firenze...per sistemare quel rudere che era diventata la mia casa, lui mentre stava guidando mi disse "Che ne dici se ci sposassimo ???"
AVEVO SENTITO BENE....mi aveva chiesto di sposarlo...ed io che avrei voluto saltargli al collo dalla gioia, ma nella 500 mentre guidava non era il caso risposi "Che meraviglia, non andrò più a letto da sola !"
Volevamo sposarci il 26 dicembre, ma la chiesa che avevamo scelto era occupata...dopo tanti anni abbiamo scoperto che gli sposi di quel giorno erano i nostri futuri consuoceri, i genitori di mia nuora!!
Allora decidemmo di sposarci il 31 dicembre ad un anno esatto dal nostro primo bacio!
Ci vollero le firme dei nostri genitori , perché non eravamo ancora maggiorenni.
Gli ultimi giorni prima del matrimonio mi trasferii a casa della zia Bianca e da li, partii la mattina del 31 dicembre 1966!
Quando salutai Firenze in una auto elegante di un amico del babbo, con lui al fianco ed io nel mio bel vestito bianco,con il cuore in gola dalla gioia di andare verso la chiesa dove Bruno mi aspettava, mi sentivo leggera come una piuma, sentivo che accanto al mio amore mi attendeva la vita che da sempre immaginavo, senza niente di strano ma solo tanto amore da vivere con lui...e poi figli e nipoti!
Insomma , mi aspettava la favola che avevo sempre sognato e lui era ed è ancora il mio principe azzurro!

Buon fine anno e buon anno nuovo dalla vostra nonna Pat❤
Ah ah ....mai vista una sposa che tiene il mazzolino in mano ...fino al momento di entrare in casa !!!
Ero proprio una bimba .... ah ah





Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...